Torna all'elenco

Yo Yoga!



Categoria: Genitori e Bambini


Tag: yoga, DeAJunior, benessere, yoga per bambini, allenamento
Data di uscita: maggio 2016

Formato:  programma televisivo
Lingua: italiano

Descrizione prodotto

A partire dal 7 maggio, ogni sabato e domenica alle 14.15 arriva su DeAJunior (Sky, 623) Yo Yoga, un nuovo programma che ha come obiettivo quello di avvicinare i bambini alla disciplina orientale più praticata nel mondo.

In ogni puntata, la maestra di yoga Renata Centi, insieme alla sua nipotina Milena e ai personaggi animati di DeAJunior, insegnerà ai bambini alcune delle posizioni e delle tecniche base dello yoga attraverso il racconto di una favola.




Lascia un commento



Massimo 500 caratteri
 

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE

COMING SOON

Sei interessato ad uno di questi prodotti?
Selezionalo e sarai avvisato quando uscirà.

Il libro digitale dei morti

CATEGORIE: Tendenze e Curiosità

Che cosa resta di tutti i nostri commenti, foto, acquisti, visualizzazioni, delle email e delle conversazioni in chat? Il primo libro al mondo che ci racconta le conseguenze future della nostra vita digitale.

L'universo nei tuoi occhi

CATEGORIE: Ragazzi,Narrativa

Dopo il successo di "Raccontami di un giorno perfetto", Jennifer Niven torna con un nuovo, straordinario romanzo che parla di lotta al bullismo e del potere salvifico dell’amore. Da non perdere!

Ada la scienziata

CATEGORIE: Ragazzi

Ada Twist è un bambina con la passione per la scienza e con una grande curiosità. Ispirato alla storia dei premi Nobel Ada Lovelace e Marie Curie, il libro insegna alle bambine a prendere coscienza del proprio talento e della propria intelligenza

Isadora Moon. Spettacolo di danza

CATEGORIE: Genitori e Bambini

Tre nuove, divertentissime avventure aspettano la piccola Isadora Moon, una bambina speciale metà vampiro e metà fatina. Riuscirà a non cacciarsi nei pasticci?

Le ragazze con il pallino per la matematica

CATEGORIE: Sapere

Una raccolta di interviste a cento donne che si sono confrontate con “il pallino per la matematica”, sfatando i pregiudizi che vorrebbero le materie scientifiche solo per uomini o per talenti naturali.